Spostare il bilancio energetico con un nuovo modello di costo di proprietà del compressore

Con l'aumento globale dei prezzi dell'elettricità, i costi energetici dell'aria compressa sono aumentati fino al 91% del costo totale di proprietà e gli operatori devono rivedere urgentemente l'efficienza del loro sistema, afferma Graham Read, Product Manager Industrial Compressors Europe di CompAir.

Per molti anni, il settore ha utilizzato una formula per calcolare il costo di proprietà dell'aria compressa, che comprende l'investimento di capitale e l'installazione al 10 percento, la manutenzione a circa l'8 percento e i costi energetici che costituiscono la percentuale maggiore, pari all'82 percento.

Questa suddivisione è stata utile a molti clienti, consentendo loro di fare scelte informate su come ridurre i costi di gestione. Questo vale soprattutto se si considera il costo del capitale e il potenziale ritorno dell'investimento in una macchina ad alta efficienza energetica. 

 

Grafico dei costi di proprietà

Tuttavia, i clienti devono ora rivalutare il modo in cui valutano i costi energetici dell'aria compressa, come spiega Graham:

"Negli ultimi dieci anni i costi totali di gestione di un compressore da 160 kW sono più che raddoppiati. In parole povere, per ogni 100.000 euro spesi in precedenza per l'aria compressa, circa 82.000 euro erano rappresentati dai costi energetici. Ora questa cifra è salita a 91.000 euro, con costi energetici raddoppiati solo negli ultimi due anni.

la buona notizia è che sul mercato sono disponibili numerosi compressori ad alte prestazioni ed efficienza energetica, che possono contribuire a ridurre notevolmente la dipendenza dall'elettricità di un sito, come la nostra nuova gamma L160e-250e".

La nuova gamma di compressori L160e - 160-250 kW FourCore

La nuova gamma di compressori FourCore L160e, 200e e 250e kW combina la migliore efficienza dell'aria compressa con un ingombro ridotto.

La gamma FourCore offre tutte le funzionalità di un compressore bistadio lubrificato a olio, ma con l'ingombro di un'unità monostadio. Questo gruppo compatto a due stadi utilizza quattro ingranaggi anziché tre, per garantire una regolazione flessibile della velocità del rotore sia a basse che ad alte pressioni, nonché le migliori prestazioni possibili a diverse pressioni di scarico e velocità dell'albero.

Rispetto ai precedenti compressori monostadio di CompAir di queste dimensioni, i nuovi modelli sono fino all'8% più efficienti, offrendo la migliore soluzione lubrificata a olio della categoria che può contribuire a ridurre significativamente i costi energetici.

Rispetto a una macchina monostadio da 160 kW, operante a 7,5 bar, la nuova tecnologia può far risparmiare fino a 12.000 euro all'anno, con un ritorno dell'investimento in un solo anno. Ciò si traduce in un risparmio di costi dell'ordine di 18-22.000 euro rispetto a una macchina monostadio da 250 kW e in un ritorno dell'investimento in molti casi inferiore ai dodici mesi.

Inoltre, la nuova gamma offre come opzione il recupero di calore integrato. Riciclando il calore generato da un compressore, che altrimenti andrebbe disperso nell'atmosfera, le aziende possono riutilizzare questa energia per riscaldare l'acqua, per il riscaldamento degli ambienti o per i processi applicativi in altre aree dell'impianto. 

Sulla base di un compressore da 160 kW, che funziona per 6.000 ore all'anno, c'è la possibilità di risparmiare oltre 145 kW di energia all'ora, con un ritorno economico in soli quattro mesi.

Graham continua:
"Sebbene non tutti i siti abbiano la disponibilità di capitale per investire in un nuovo compressore ad alta efficienza energetica, è comunque possibile ottenere risparmi significativi adottando un approccio "misura, gestisci e migliora".

"CompAir offre un servizio di valutazione dell'aria che esamina tutti gli aspetti delle prestazioni di un sistema di aria compressa, compresi i dati di potenza e di flusso, le misure di pressione, il rilevamento delle perdite e il recupero del calore, per citarne alcuni.

"Utilizzando la registrazione dei dati, vengono effettuate misurazioni precise per fornire una panoramica completa delle prestazioni energetiche. Si possono quindi fornire suggerimenti su potenziali aggiornamenti o investimenti nelle apparecchiature, fino a semplici ottimizzazioni ed elementi a basso costo, come la riparazione delle perdite, la riduzione delle pressioni e lo spegnimento dei compressori quando non sono in uso.

"Il settore è sempre più preoccupato per l'aumento sostanziale dei prezzi dell'elettricità e molti clienti ci chiedono come proteggere in futuro il loro impianto di aria compressa per mitigare ulteriori aumenti dei prezzi. Comprendendo come si è spostato l'equilibrio dei costi di proprietà e adottando un approccio basato sul sistema, è chiaro che i clienti possono ottenere un rapido ritorno sugli investimenti effettuati".

Per saperne di più, visitate il sito https://www.compair.com/it-it/sustainable-compressed-air

 
it-IT